impianti geotermici e di cogenerazione

Obbligo Utilizzo Fonti Rinnovabili

Geotermia Geonovis

Il Decreto Milleproproghe conferma anche per il  2017 che  per gli edifici di nuova costruzione o sottoposti a ristrutturazioni rilevanti (sopra 1000 mq di superficie utile), gli impianti di produzione di energia termica dovranno garantire l’utilizzo di fonti rinnovabili pari almeno al 35% del  fabbisogno energetico  per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria (D. LGS n. 28 del 3 marzo 2011).

Quindi, nel caso di edifici nuovi o sottoposti a ristrutturazioni rilevanti, gli impianti devono essere progettati e realizzati in modo che almeno il 35 per cento del fabbisogno energetico, legato sia alla produzione di acqua calda sanitaria che di energia per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo, sia garantito dall’uso di fonti rinnovabili. Tale percentuale vale se il titolo edilizio è presentato entro il 31 dicembre 2017, dopodiché, per i titoli edilizi presentati dal 1° gennaio 2018, passerà al 50 per cento. È quanto viene stabilito per effetto del Milleproroghe, che ha spostato in avanti di un anno le precedenti scadenze, allontanando, così, nel tempo il raggiungimento degli obiettivi fissati in precedenza.

Resta ferma la disposizione secondo la quale, per nuovi edifici e per grandi ristrutturazioni, almeno il 50 per cento dei consumi previsti per l’acqua calda sanitaria deve essere coperto da fonti rinnovabili. Per il raggiungimento delle percentuali prescritte, non vale servirsi di «impianti da fonti rinnovabili che producano esclusivamente energia elettrica la quale alimenti, a sua volta, dispositivi o impianti per la produzione di acqua calda sanitaria, il riscaldamento e il raffrescamento» (Allegato 3, comma 2 del Dlgs 28 del 2011).

La soluzione ottimale è installare un sistema geotermico con pompa di calore: un unico impianto permette la climatizzazione invernale ed estiva e la produzione di acqua calda sanitaria, utilizzando il calore presente nel sottosuolo già a basse profondità.

 

Chiamateci per maggiori informazioni, siamo a vostra disposizione: 0161 427407