impianti geotermici e di cogenerazione

INCENTIVI FISCALI

Bonus 65% e 50 %

Il testo della Legge di Bilancio 2018 (legge n. 205 del 27 dicembre 2017)  proroga quanto già previsto dalla Legge di stabilità 2017 in merito ai bonus per gli interventi volti alla riqualificazione energetica, al recupero del patrimonio edilizio e per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Riassumiamo i contenuti della legge che riguardano gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia.

In relazione alla detrazione IRPEF/IRES per interventi di RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA degli edifici (Ecobonus), è stabilito che l’aliquota sia pari a:

65% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2018

Anche per gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali oppure per gli interventi che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, la suddetta agevolazione è stabilita nella misura del:

– 65% per le spese sostenute fino al 31.12.2018;

Si ricorda che per i lavori di riqualificazione energetica il limite massimo della detrazione spettante rimane invariato e differisce a seconda della tipologia dell’intervento effettuato:

€ 30.000 per gli interventi in centrale termica.

Inoltre, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2016 per l‘acquisto, l‘installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti, spetta una detrazione pari al 65% delle spese stesse (BONUS DOMOTICA).

 

La detrazione IRPEF per interventi volti al recupero del patrimonio edilizio (RISTRUTTURAZIONI), invece, nel limite massimo di spesa detraibile pari a € 96.000 per unità immobiliare, è pari al:

50% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2018.

Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate nella circ. 18 settembre 2013 n. 29, inoltre, possono beneficiare della  detrazione sia i soggetti passivi IRPEF, che i soggetti passivi IRES.

 

Link per approfondire:

L’ ENEA risponde alle domande più frequenti al seguente link: faq

Potete consultare il testo della Legge attualmente in vigore (articolo 139) : Gazzetta Ufficiale

Sono inoltre disponibili per una facile ed esaustiva consultazione:

 

il testo completo dell’Agenzia delle Entrate: Ristrutturazioni edilizie – Guida alle agevolazioni fiscali (ultimo aggiornamento: settembre 2017)

 

il testo completo dell’Agenzia delle Entrate: Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico (ultimo aggiornamento: settembre 2017)

 

La Legge di Stabilità introduce altre interessanti novità in riferimento all’efficienza energetica, che possono essere approfonditi separatamente (domotica, case popolari, possibilità di condomini incapienti di cedere ai fornitori il bonus, detrazioni IRPEF per casa acquistata in classe A e B).

Inoltre, per l’ Agenzia delle Entrate la sostituzione della caldaia, in quanto intervento diretto a sostituire una componente essenziale dell’impianto di riscaldamento e come tale qualificabile come intervento di “manutenzione straordinaria”, consente l’accesso al BONUS ARREDI, in presenza di risparmi energetici conseguiti rispetto alla situazione preesistente.

Testo completo dell’Agenzia delle Entrate:   Bonus Mobili ed Elettrodomestici

 

Per il solo 2018 è prevista inoltre  una detrazione dall’Irpef lorda pari al 36% (BONUS VERDE) delle spese sostenute per le seguenti tipologie di interventi eseguiti su unità immobiliari a uso abitativo:
–  sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
–  realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

La detrazione spetta fino a un ammontare complessivo delle spese non superiore a 5mila euro (il limite si riferisce alla singola unità immobiliare a uso abitativo). Conseguentemente, la detrazione massima è di 1.800 euro (36% di 5.000) per immobile, ripartita in 10 anni.

Hanno diritto alla detrazione i contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi e che hanno sostenuto le relative spese.

 

Contattateci per avere maggiori informazioni e suggerimenti su come realizzare i vostri interventi di efficienza energetica: info@geonovis.com

 

Torna alla pagina INCENTIVI